Report Simac Tanning Tech 2019

simac tanning tech
SIMAC TANNING TECH 2019,
Piazza tecnologica 4.0 del settore pelle

Grande chiarezza su macchine e tecnologie, l’innovazione di processo e di prodotto rappresenta il futuro.

La digitalizzazione delle fabbriche sta cambiando il volto del sistema produttivo e il vero fattore abilitante dell’industria 4.0 non è la tecnologia, ma è il capitale umano: il lavoro sta mutando in maniera radicale e richiederà una presenza di operatori sempre più preparati. Ecco allora che bisogna puntare a iniziative di formazione finalizzate alla crescita delle competenze. Diventa strategico e imprescindibile investire sulla valorizzazione delle risorse umane a tutti i livelli aziendali, dalle figure tecniche al management.
Ecco una selezione fra le migliori aziende presenti all’evento (clicca sul logo!)

alanchim
basf
logo-galli-footer
logo-huni
Revomec_Logo_-nuovo
stahl
SIMAC TANNING TECH ha chiuso l’edizione 2019 in controtendenza rispetto alla situazione del quadro economico internazionale: forte affluenza di visitatori, paragonabile a quella che si registrava prima del rallentamento del secondo semestre dell’anno scorso, qualità degli operatori e grande chiarezza sulle macchine e le tecnologie da ricercare, nonché un buon numero di espositori – ben 322.

Un’attestazione che la visita a SIMAC TANNING TECH non viene improvvisata, ma programmata con largo anticipo, è testimoniata dall’aumento delle procedure di accredito online, oltre 5500 da tutto il mondo, nonché dall’unicità della manifestazione: “Nel nostro Paese – ha detto significativamente un imprenditore calzaturiero membro della delegazione cinese – abbiamo capito che la soluzione per restare competitivi, anche a causa dell’innalzamento dei costi generali, è utilizzare di sistemi di produzione sempre più performanti ed innovativi, che troviamo solo qui al SIMAC TANNING TECH di Milano.”

Grande soddisfazione da parte dei 160 operatori facenti parte delle delegazioni estere invitate a visitare la manifestazione dalla collaborazione avviata con ICE Agenzia. Tutti i presenti – provenienti da Bosnia Erzegovina, Cina, Egitto, Kenya, India, Indonesia, Iran, Marocco, Messico, Pakistan, Palestina, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Sudafrica, Tunisia, Uzbekistan e Vietnam – sono rimasti impressionati dall’alto livello delle macchine e delle tecnologie esposte negli stand. Di molto interesse i commenti positivi degli operatori dell’Uzbekistan, un Paese dove sono in atto forti investimenti, e del Vietnam, il secondo esportatore mondiale di calzature dopo la Cina, venuti per studiare le opportunità delle nuove tecnologie di Industria 4.0, vera eccellenza italiana. “È stato premiato l’impegno degli espositori a presentare sistemi e tecnologie performanti, sicure, eco-compatibili e capaci di rispondere a qualsiasi esigenza produttiva.

Gabriella Marchioni Bocca, Presidente di SIMAC TANNING TECH

Gabriella Marchioni Bocca, Presidente di SIMAC TANNING TECH

Un percorso – afferma Gabriella Marchioni Bocca, Presidente di SIMAC TANNING TECH – che l’industria italiana, rappresentante circa il 50% dell’export mondiale del comparto, ha avviato e intende perseguire con molto impegno. Non a caso ASSOMAC, l’Associazione che rappresenta i produttori di tecnologie per la calzatura, pelletteria e conceria, ha dato vita al progetto “Supplier of Sustainable Technologies”, di cui Targa Verde è un elemento concreto, volontario e certificato da un ente terzo per attestare l’impatto in termini di CFP (carbon footprint) delle macchine prodotte dalle aziende.” Il mercato sta attraversando una delicatissima fase di transizione, legato a doppio filo con le dinamiche geopolitiche in atto – come la “guerra dei dazi” tra Pechino e Washington o le imminenti elezioni generali di Paesi importanti come India e Indonesia –, ma il segnale positivo che proviene dalla più autorevole manifestazione del settore fa ben sperare in una rapida ripresa. www.simactanningtech.it

Prossima edizione SIMAC TANNING TECH – Fiera Milano 19/ 21 Febbraio 2020